Giornata della Memoria: Terezín, il campo dei bambini

Tratto da testimonianze storiche

Helga Weissova, una bambina sopravvissuta prima a Terezín e poi ad Auschwitz, racconta l’Olocausto attraverso le pagine del suo diario.

Spinta dal padre, da cui era stata separata all’arrivo al campo, a dipingere ciò che vedeva, Helga fece quasi 100 illustrazioni. I suoi disegni, unica testimonianza visiva dei fatti accaduti, mostrano la vita in quello che era chiamato anche “Il campo dei bambini”: insieme a lei sono passati da Terezín 15.000 ragazzi al di sotto dei 15 anni. Ne sono tornati meno di cento.

Diverso dagli altri campi di concentramento, questo serviva come propaganda al regime nazista: venne girato un video nel campo che mostrava una fittizia vita pacifica dentro le quattro mura. Il video venne poi proiettato in tutto il mondo. Il mondo decise di tenere gli occhi chiusi.


A cura di Francesca Beni
Con Francesca Beni, Marco Pepe

Pubblico dai 12 anni