L’impossibilità dell’uomo di arrendersi ai propri limiti, in una continua ricerca di significato

di A. Baricco

Tre scene tratte dal capolavoro di Melville, tre atmosfere completamente diverse:

clownesca in “Salpare”, dove il giovane Ishmael viene imbarcato sulla baleniera Pequod da Capitan Peleg e dal Capitano Bildad; primordiale ne “Il doblone”, dove veniamo travolti dal magnetismo del Capitano Ahab; da ballata nostalgica prima e da girone dantesco poi ne “L’ultima caccia”, quando Ahab e la balena si fronteggiano in una sfida infernale, dove ad ogni istante Melville pare riuscire a farci trattenere il fiato.

Una sfida tra uomo e natura, tra lotta e compassione, alla ricerca del significato ultimo, nell’impossibilità di arrendersi di fronte ai limiti.


Riduzione a cura di Francesca Beni
Voce narrante Francesca Beni
Fisarmonica Diego Zanoli